Siti
Annunci di Lavoro

Il Verso Libero

Il Verso Libero della Poesia Moderna

La metrica con le sue regole su versi, strofe e rime è stata infranta dai creatori del verso libero, tra i quali vanno annoverati il poeta francese Charles Baudelaire e l'americano Walt Whitman.

Siamo a metà dell'Ottocento quando Baudelaire pubblica lo Spleen di Parigi, capolavori di poesia in prosa, immagini e suggestioni che nascono libere dalla costrizione rappresentata dei versi classici della metrica.

D'altra parte l'autore dei Fiori del Male si mostrava irrimediabilmente avverso ad ogni regola, come Arthur Rimbaud, altro poeta maledetto che ricorreva alla moderna metrica liberata.

Anche il geniale statunitense Walt Whitman non accettava le regole della metrica classica, fatta di endecasillabi e settenari, e difficilmente avrebbe potuto esimersi dall'esaltare ogni forma di libertà con i celebri versi liberi dai quali sono nate le poesie della raccolta Foglie d'Erba.

Fu così che nella seconda metà dell'Ottocento la metrica attorno alla quale aveva ruotato l'opera dei poeti per lunghi secoli divenne accessoria e con i versi liberi la poesia e la prosa si avvicinarono, sebbene non si possa dimenticare che la poesia necessita pur sempre di una forma propria che la distingue dalla prosa o, come scrisse il Maestro Eugenio Montale "non si dà poesia senza artifizio".

Navigare Facile